THE MECHANICAL PHILOSOPHY AND THE SPRING OF AIR. NEW LIGHT ON ROBERT BOYLE AND ROBERT HOOKE

in Nuncius
Restricted Access
Get Access to Full Text
Rent on DeepDyve

Have an Access Token?



Enter your access token to activate and access content online.

Please login and go to your personal user account to enter your access token.



Help

Have Institutional Access?



Access content through your institution. Any other coaching guidance?



Connect

Abstract

<title> RIASSUNTO </title>Nella Defence of the Doctrine touching the Spring and Weight of the Air... (1662) di Robert Boyle è contenuta una dettagliata spiegazione dell'e-lasticità dell'aria, basata sulla naturale tendenza al moto dei corpuscoli dell'aria che implica una concezione della materia che Boyle ha in più occasioni criticato. Per Boyle la materia è inerte e il moto è ad essa impresso da Dio. In verità la spiegazione dell'elasticità dell'aria contenuta nella Defence... non fu formulata da Boyle, ma, come testimoniato dalla corrispondenza di Huygens, fu sostenuta da Hooke, il cui nome, per un errore del tipografo, non appare nella versione a stampa dell'opera. La riluttanza di Boyle a sostenere un'articolata e definitiva spiegazione dell'elasticità non va quindi attribuita ad una presunta demarcazione tra dati di fatto (tra cui sarebbe inclusa l'e-lasticità dell'aria) e teorie - come hanno sostenuto Shapin e Schaffer - ma alla consapevolezza che la più plausibile delle spiegazioni dell'elasticità (la teoria di Hooke) era basata sul presupposto, per lui inaccettabile, che il movimento è una proprietà intrinseca alla materia.

THE MECHANICAL PHILOSOPHY AND THE SPRING OF AIR. NEW LIGHT ON ROBERT BOYLE AND ROBERT HOOKE

in Nuncius

Sections

Information

Content Metrics

Content Metrics

All Time Past Year Past 30 Days
Abstract Views 10 10 7
Full Text Views 11 11 9
PDF Downloads 3 3 3
EPUB Downloads 0 0 0